spot_img

Tunisia, il Presidente vuole cambiare la Costituzione


Kais Saied ha pubblicato una bozza che verrà sottoposta a referendum il 25 luglio. Se gli elettori dovessero approvarla, otterrà ampi poteri e il sistema politico si trasformerebbe in un'autocrazia

Marco Dell'Aguzzo Marco Dell'Aguzzo
Giornalista, scrive per eastwest, Il Sole 24 Ore, il manifesto, Vanity Fair, Aspenia e Start Magazine. Si occupa di energia e di affari nordamericani.

Kais Saied ha pubblicato una bozza che verrà sottoposta a referendum il 25 luglio. Se gli elettori dovessero approvarla, otterrà ampi poteri e il sistema politico si trasformerebbe in un’autocrazia

Giovedì scorso il Presidente della Tunisia, Kais Saied, ha pubblicato la bozza della nuova Costituzione che verrà sottoposta a referendum il prossimo 25 luglio. Se gli elettori dovessero approvarla – ed è probabile, ma forse non per una questione di vera volontà popolare –, il Presidente otterrà ampi poteri, mentre il Parlamento e il sistema giudiziario vedrebbero venir meno i loro.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img