Turchia: i progetti “folli” di Recep Erdogan


“Folli” sono i progetti che il primo ministro turco, Recep Tayyp Erdogan, ha presentato – per Istanbul, per Ankara, per Izmir, per Diyarbakir – durante la campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del 12 giugno, vinte a valanga dall’Akp che ha sfiorato la maggioranza assoluta dei voti (49,9%) e ha ottenuto un ampio mandato (326 seggi su 550 dell’unica Camera) per formare il terzo governo monocolore di fila.

“Folli” sono i progetti che il primo ministro turco, Recep Tayyp Erdogan, ha presentato – per Istanbul, per Ankara, per Izmir, per Diyarbakir – durante la campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del 12 giugno, vinte a valanga dall’Akp che ha sfiorato la maggioranza assoluta dei voti (49,9%) e ha ottenuto un ampio mandato (326 seggi su 550 dell’unica Camera) per formare il terzo governo monocolore di fila.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia