spot_img

Ucraina, a Istanbul le parti si avvicinano


Per la prima volta i colloqui tra Russia e Ucraina sembrano muoversi verso la giusta direzione. Toni più morbidi, proposta di un trattato, riduzione delle operazioni militari intorno a Kiev: Mosca apre a un accordo

Matteo Meloni Matteo Meloni
Giornalista, è membro del comitato editoriale di eastwest. Si occupa di geopolitica di Medio Oriente e Nord Africa, Stati Uniti, rapporti tra Paesi Nato, di organizzazioni internazionali. Già Addetto Stampa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha lavorato come Digital Communication Adviser alla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite a New York.

Per la prima volta i colloqui tra Russia e Ucraina sembrano muoversi verso la giusta direzione. Toni più morbidi, proposta di un trattato, riduzione delle operazioni militari intorno a Kiev: Mosca apre a un accordo

Solo il tempo dirà se si è trattato di una svolta, ma le conversazioni tra Russia e Ucraina a Istanbul per arrivare il prima possibile a un cessate-il-fuoco sembrano, per la prima volta dall’inizio dell’invasione perpetrata dalla Federazione, sul binario giusto. Già nelle ore precedenti al meeting, i toni su entrambi i fronti erano decisamente più accomodanti, diventati poi proposte concrete nel faccia a faccia tra le delegazioni.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Nato guarda a est ma abbandona il Mediterraneo

Prove di disgelo tra Corea del Sud e Giappone

I media e la loro influenza sulla nostra percezione del mondo