Ucraina: arriva il “Progetto Communitas”


Nella convinzione che nel campo dei servizi e del welfare l'esperienza della cooperazione sociale italiana rappresenti un bacino di pratiche e know-how potenzialmente "esportabili", in Ucraina e in altri due Paesi confinanti, Polonia e Romania, la Fondazione Unidea e la rete italiana di cooperative sociali Cgm (Consorzio Gino Mattarella), accompagnati dal Consorzio Aaster, hanno iniziato un percorso comune di ricerca-azione finalizzato a diffondere culture e pratiche di economia solidale. Si è scelto di chiamare questo percorso "Progetto Communitas"

Nella convinzione che nel campo dei servizi e del welfare l’esperienza della cooperazione sociale italiana rappresenti un bacino di pratiche e know-how potenzialmente “esportabili”, in Ucraina e in altri due Paesi confinanti, Polonia e Romania, la Fondazione Unidea e la rete italiana di cooperative sociali Cgm (Consorzio Gino Mattarella), accompagnati dal Consorzio Aaster, hanno iniziato un percorso comune di ricerca-azione finalizzato a diffondere culture e pratiche di economia solidale. Si è scelto di chiamare questo percorso “Progetto Communitas”

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

In Europa è ancora Natale

Marocco e Israele, ecco l’accordo sulla difesa

Nucleare: a Vienna riaprono i colloqui con l’Iran