spot_img

Ucraina: al via le esercitazioni congiunte tra Russia e Bielorussia


Per Minsk si tratta di operazioni puramente difensive. Gli Stati Uniti addestrano personale ucraino in Germania: ci si prepara alle nuove offensive russe

A quasi un anno dall’inizio dell’invasione della Russia in Ucraina ci si chiede se e quando la Bielorussia avanzerà militarmente nella nazione confinante. Preoccupazione legittima che si intensifica nella giornata odierna, con l’avvio delle esercitazioni congiunte che il Paese di Alexander Lukashenko avvierà con la Russia di Vladimir Putin. Mosca e Minsk condurranno esercitazioni militari che vedranno attiva l’aeronautica bielorussa, compresa — come affermato dal Ministero della Difesa — una “suddivisione di brigata meccanizzata”.

Non è la prima esercitazione congiunta organizzata dai due Paesi dall’inizio dell’attacco russo, ma col passare dei mesi e i numerosi stalli nell’avanzamento dell’esercito della Federazione in Ucraina accresce l’ansia di una partecipazione bielorussa, che aprirebbe una nuova fase, ancor più nefasta, del conflitto, che si allargherebbe ad un altro e decisivo soggetto. Il Presidente Volodymyr Zelensky anche la scorsa settimana ha avvertito su possibili attacchi da nord, ricordando che la sua nazione deve prepararsi ad un simile scenario.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Al via la campagna elettorale in Messico

Cambogia: democrazia ma senza opposizione

COP 28: Green New Deal for Future

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo