spot_img

Ucraina: perché l’India non condanna la Russia?


Mentre gli alleati degli Stati Uniti si sono allineati per denunciare le recenti azioni della Russia in Ucraina, una voce è assente: quella dell'India. Ma la sua posizione non è del tutto inaspettata...

Il 2 marzo l’Assemblea Onu ha approvato una risoluzione di condanna dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia: tra i grandi astenuti c’è l’India. L’ambasciatore di Nuova Delhi alle Nazioni Unite aveva dichiarato al Consiglio di Sicurezza che l’escalation delle tensioni in Europa era “una questione di profonda preoccupazione”.

Il 22 febbraio, infatti, aveva il rappresentante dell’India aveva espresso come la situazione attuale avesse il potenziale per minare la sicurezza regionale. L’India, tuttavia, ha smesso di criticare le azioni della Russia o di minacciare di unirsi alle sanzioni a guida statunitense. Questo la rende un outsider tra i membri del Dialogo Quadrilaterale sulla Sicurezza (Quad), ma la sua posizione neutrale non è del tutto inaspettata. La Russia è stata a lungo un rilevante partner per la difesa indiana, vendendo al Paese circa 70 miliardi di dollari di armi dal 1991.

La neutralità (o equilibrismo) della diplomazia indiana

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cina: l’anno del Drago si presenta turbolento

Germania: la debacle dei partiti al governo

Colombia: la rottura di Petro con Israele

Il confine tra le due Coree torna caldissimo

Argentina: Javier Milei e la sua shock-therapy

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo