spot_img

Ucraina: Putin ha fatto male i calcoli. Se dovesse perdere?


Il semi-isolamento internazionale, il distacco dal sistema finanziario globale e la fuga di capitali e talenti non permetterà all’economia russa di crescere. Ma non solo: Putin dovrebbe fare i conti anche con l'ostilità dei vicini

Marco Dell'Aguzzo Marco Dell'Aguzzo
Giornalista, scrive per eastwest, Il Sole 24 Ore, il manifesto, Vanity Fair, Aspenia e Start Magazine. Si occupa di energia e di affari nordamericani.

Il semi-isolamento internazionale, il distacco dal sistema finanziario globale e la fuga di capitali e talenti non permetterà all’economia russa di crescere. Ma non solo: Putin dovrebbe fare i conti anche con l’ostilità dei vicini

A metà febbraio Liana Fix e Michael Kimmage, fellow del think tank americano German Marshall Fund, hanno pubblicato un saggio su Foreign Affairs che ha avuto grande diffusone (anche eastwest ne ha ripreso alcune considerazioni qui): si intitolava What If Russia Wins? e, appunto, cercava di immaginare le conseguenze per l’Unione europea e gli Stati Uniti in caso di vittoria della Russia in Ucraina.

Valutazioni errate

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img