spot_img

Ucraina: resa dei conti fra gli “arancioni”


Se non fosse un vero dramma, la nuova e profonda crisi politico-istituzionale che ha investito l’Ucraina sarebbe più simile a una commedia, se non a una farsa. Si è concluso il ciclo della cosiddetta “rivoluzione arancione” del 2004, che tante speranze o illusioni di rinnovamento aveva diffuso in quel Paese e in Occidente.

Se non fosse un vero dramma, la nuova e profonda crisi politico-istituzionale che ha investito l’Ucraina sarebbe più simile a una commedia, se non a una farsa. Si è concluso il ciclo della cosiddetta “rivoluzione arancione” del 2004, che tante speranze o illusioni di rinnovamento aveva diffuso in quel Paese e in Occidente.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Rischi e sfide del Green Deal europeo

Corea del Sud, Cina e Giappone: miti e leggende