spot_img

Ucraina, spazio senza fine di popoli, acque e migratori


Terra dalle mille e una guerra prima, durante e dopo i Mongoli. Spazzata dalle più terrificanti trombe d’aria, invasioni, pogrom, purghe, deportazioni. Dice la scrittrice Oxana Pachlovska: “Impossibile capire le tensioni esplose con le presidenziali se non entri nel vissuto collettivo, nell’anima mistica di un popolo umiliato, distrutto, annichilito prima dagli zar, poi dallo stalinismo e dalla guerra”.

Terra dalle mille e una guerra prima, durante e dopo i Mongoli. Spazzata dalle più terrificanti trombe d’aria, invasioni, pogrom, purghe, deportazioni. Dice la scrittrice Oxana Pachlovska: “Impossibile capire le tensioni esplose con le presidenziali se non entri nel vissuto collettivo, nell’anima mistica di un popolo umiliato, distrutto, annichilito prima dagli zar, poi dallo stalinismo e dalla guerra”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania