EN

eastwest challenge banner leaderboard

LA NOTIZIA DEL GIORNO

Ue, la Germania Presidente

Indietro

Ue: al via il semestre di presidenza della Germania. La Cancelliera e le sue ultime sfide: il nuovo bilancio, il rilancio post Covid e la Brexit definitiva

Ue, la Germania assume la presidenza del Consiglio

La Cancelliera tedesca Angela Merkel e il Presidente francese Emmanuel Macron lasciano la conferenza stampa dopo l’incontro al Castello di Meseberg, Germania, 29 giugno 2020. Kay Nietfeld/Pool via REUTERS

Ieri è iniziato il semestre di presidenza del Consiglio dell’Ue a guida tedesca. La Cancelliera Angela Merkel ha tenuto un discorso al Bundestag, il Parlamento tedesco, ribadendo l’impegno del suo Paese per “rendere l’Europa nuovamente forte”, puntando sui valori democratici del Vecchio Continente, la sostenibilità, l’innovazione e sulla maggiore visibilità europea nel contesto internazionale.

La missione della Merkel – che ha già ricoperto il ruolo nel 2007 affiancando l’allora Commissione di Jose Barroso – non sarà tra le più semplici, dovendo disbrigare una serie di problematiche che rischiano di creare una vera e propria impasse comunitaria. Dal bilancio dell’Ue, con la proposta del primo Quadro Finanziario Pluriennale di Ursula von der Leyen da circa 1000 miliardi di euro passando per la spinosa questione dell’accordo d’uscita della Gran Bretagna dal blocco, per finire con i rapporti internazionali — Cina e Stati Uniti su tutti.

Con la crisi causata dalla pandemia, la posizione di Berlino è decisamente cambiata sul fronte bilancio, aprendo un asse importante con Paesi come Italia, Francia, Spagna e Portogallo su maggiore flessibilità e concessioni. I Frugal FourAustria, Danimarca, Olanda e Svezia — dovranno dunque trattare in una situazione differente rispetto a quella pre-coronavirus, dato che non hanno trovato nella Germania una sponda per le loro ambizioni al ribasso di spesa.

Nel delicato contesto nelle relazioni internazionali, la trattativa per l’accordo di uscita della Gran Bretagna dall’Ue si farà sempre più tesa. Come già annunciato da un documento del Governo tedesco trapelato nei giorni scorsi, non ci si aspetta una chiara via d’uscita. “Continuerò a spingere per una buona soluzione, ma l’Unione europea e la Germania stessa debbono e dovrebbero prepararsi all’eventualità che non sia raggiunto un accordo”, ha spiegato la Cancelliera nel suo discorso.

Pochi giorni fa, l’incontro Merkel-Macron è stato propedeutico alle decisioni che si prenderanno il 17 e il 18 luglio sul Recovery Fund da 750 miliardi di euro. Le trattative con i 27 Paesi membri — con i Frugal Four sul piede di guerra — continuano: il Presidente francese considera l’approvazione del fondo “priorità assoluta”. “Sono felice” — ha detto Emmanuel Macron — “di incontrare Angela Merkel per andare avanti nel piano di ripresa europeo che consentirà di superare la crisi economica e sociale. Faremo di tutto per convincere i nostri partner. L’Europa ne ha bisogno”.

@melonimatteo

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA