spot_img

Un’eurozona senza bussola in un mondo senza certezze


Un anno fa, gran parte degli analisti finanziari riteneva che la vera sorpresa del 2014 sarebbe stata l’eurozona. Dopo anni di crisi nevrotiche, virulente e tali da mettere a repentaglio l’esistenza stessa dell’euro, doveva arrivare il momento della riscossa. Ebbene, dodici mesi dopo l’area euro resta in una situazione precaria.

Un anno fa, gran parte degli analisti finanziari riteneva che la vera sorpresa del 2014 sarebbe stata l’eurozona. Dopo anni di crisi nevrotiche, virulente e tali da mettere a repentaglio l’esistenza stessa dell’euro, doveva arrivare il momento della riscossa. Ebbene, dodici mesi dopo l’area euro resta in una situazione precaria.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Fake news sull’Unione europea

Una mappatura dell’ascesa cinese nei Balcani occidentali