Una donna coraggio contro l’infibulazione


La povertà, l'ignoranza, la mutilazione dei genitali femminili per tradizione e cultura. Parla Aisha Omar, la ginecologa somala a cui la Regione Val D'Aosta ha conferito nel 2008 il premio Donna dell’anno. Dalle sue parole esce una realtà sociale, politica e sanitaria che in Occidente si fatica a capire.

La povertà, l’ignoranza, la mutilazione dei genitali femminili per tradizione e cultura. Parla Aisha Omar, la ginecologa somala a cui la Regione Val D’Aosta ha conferito nel 2008 il premio Donna dell’anno. Dalle sue parole esce una realtà sociale, politica e sanitaria che in Occidente si fatica a capire.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia