spot_img

Una lezione universale


Premesso che di Silvio Berlusconi ce n'è uno (e tutti gli altri son nessuno), la condanna a quattro anni confermata ieri dalla Cassazione e la tragicomica reazione delle falangi dell'Esercito di Silvio mi hanno fatto tornare alla mente un episodio indiano di qualche tempo fa.

Premesso che di Silvio Berlusconi ce n’è uno (e tutti gli altri son nessuno), la condanna a quattro anni confermata ieri dalla Cassazione e la tragicomica reazione delle falangi dell’Esercito di Silvio mi hanno fatto tornare alla mente un episodio indiano di qualche tempo fa.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania