spot_img

Urumqi, la più grande metropoli sconosciuta


Torna a prosperare dopo mille anni la capitale dell’Asia centrale.

Torna a prosperare dopo mille anni la capitale dell’Asia centrale.

È al mondo la città più lontana dal mare e per secoli la sua posizione geografica l’ha resa periferica. Ma sull’onda dell’ascesa economica cinese, Urumqi sta ora ritrovando la rilevanza che aveva ai tempi della “Via della seta” come crocevia dell’Asia centrale.

Oggi è il perno dell’espansione geopolitica di una Cina che vede nel suo scarsamente popolato Nord-Ovest lo “spazio vitale” necessario per alimentare il suo boom e consolidarsi come potenza mondiale.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Quattro anni per Aung San Suu Kyi

Usa-Cina: conflitto inevitabile

Francia, nostalgia di Indochine