EN

eastwest challenge banner leaderboard

LA NOTIZIA DEL GIORNO

Usa 2020: nomination ufficiale per Biden

Indietro

Alla convention democratica irrompono i progressisti. Alexandria Ocasio-Cortez ricorda al partito le esigenze dell’elettorato di sinistra

Usa 2020, Convention democratica. Il candidato presidenziale democratico Joe Biden e la candidata alla vicepresidenza Kamala Harris nella loro prima apparizione congiunta da quando Biden ha nominato Harris come sua compagna di corsa, alla Alexis Dupont High School di Wilmington, Delaware, Usa , 12 agosto 2020. REUTERS/Carlos Barria

Il candidato presidenziale democratico Joe Biden e la candidata alla vicepresidenza Kamala Harris nella loro prima apparizione congiunta da quando Biden ha nominato Harris come sua compagna di corsa, alla Alexis Dupont High School di Wilmington, Delaware, Usa , 12 agosto 2020. REUTERS/Carlos Barria

La convention democratica investe formalmente Joe Biden come candidato alla presidenza degli Stati Uniti d’America, in quella che è stata una discussione tra esponenti del partito svolta totalmente in remoto a causa delle limitazioni per coronavirus. Le varie anime dei Democrats si sono spese per l’ex vice Presidente, che nei sondaggi ha ampi margini di vantaggio rispetto all’incumbent Donald Trump.

L’unità tra l’ala progressista e moderata non sembra in discussione. Bernie Sanders, che si è ritirato anzitempo per permettere a Biden una campagna elettorale più focalizzata sul comune avversario repubblicano, è intervenuto nella giornata di martedì, sottolineando la straordinarietà del momento storico vissuto dagli statunitensi e la necessità che “Joe Biden sia il nostro prossimo Presidente. Questa elezione è la più importante della storia moderna del nostro Paese. Abbiamo bisogno di una risposta senza precedenti contro l’avidità, l’oligarchia e l’estremismo” di Trump.

Sanders ha ricordato alcune delle rivendicazioni dei progressisti concordate nella piattaforma democratica, il programma dei Democrats, spiegando agli elettori che Joe Biden “supporta l’aumento del salario minimo a 15$ l’ora”, azione politica che permetterà a 40 milioni di lavoratori un aumento della paga, così come la proposta per semplificare alla classe operaia l’accesso ai sindacati.

Alla convention, grande apprezzamento per l’intervento dell’ex First Lady Michelle Obama. La moglie del primo Presidente nero nella storia Usa ha rimarcato il fatto che la presidenza “non cambia chi ha quel ruolo ma rivela chi è quella persona”. Rivolgendosi a chi non è andato a votare nel 2016, la Signora Obama ha evidenziato che non aver appoggiato Hillary Clinton ha portato “nello Studio Ovale un candidato che ha perso il voto popolare di quasi 3 milioni di voti”.

Sono sorte alcune polemiche per la brevità del tempo concesso ad Alexandria Ocasio-Cortez, che rappresenta insieme a Rashida Tlaib e Ilhan Omar il volto nuovo dei progressisti. Come nota Politico, è stato concesso maggior spazio a moderati e repubblicani scontenti della presidenza Trump rispetto a chi ha cambiato volto al Partito Democratico. Nel suo messaggio, Ocasio-Cortez — fresca, insieme alle colleghe Tlaib e Omar, della vittoria alle primarie per il Congresso, sconfiggendo proprio i rispettivi avversari moderati — ha ribadito la sua fedeltà alle posizioni di Sanders e richiamato il successo del movimento progressista, “una massa di persone che lavorano per fondare i diritti umani, sociali, economici del 21° secolo, che includono la copertura sanitaria, educazione universitaria, stipendi che permettano di sopravvivere e diritti per i lavoratori degli Stati Uniti d’America”.

Nel 2016 i sondaggi non colsero le reali indicazioni dell’elettorato, andando ad alimentare l’illusione di una vittoria a mani basse per Clinton. Furono numerose le defezioni nell’area progressista, che scelse di non votare o disperdere la propria indicazione al seggio elettorale. Con la convention democratica Biden, con un vantaggio medio nazionale nei sondaggi di più di 7 punti, ha ricevuto un messaggio dall’ala sinistra del partito che, se non ascoltato, rischia di portare il candidato democratico a livelli di guardia minimi, non sufficienti per dar per scontata la sua elezione.

@melonimatteo

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA