spot_img

Usa, Cina, Russia e Iran nella campagna elettorale venezuelana


A tre settimane dalle presidenziali in Venezuela, Washington riapre il dialogo col governo Maduro. Che però avverte: "Cina, Iran e Russia pronte a difenderci".

A tre settimane dalle presidenziali in Venezuela, Washington riapre il dialogo col governo Maduro. Che però avverte: “Cina, Iran e Russia pronte a difenderci”.

Venerdì scorso è iniziata ufficialmente la corsa alle presidenziali del 28 luglio in Venezuela, in cui l’attuale presidente Nicolás Maduro dovrà affrontare il candidato dell’opposizione riunita nella Plataforma Unida Democrática, Edmundo González Urrutia. Sebbene tutti i sondaggi prevedano un’ampia vittoria di Urrutia, il chavismo al governo assicura di avere i numeri per poter garantire un terzo mandato consecutivo per Maduro, e dunque la continuità del progetto bolivariano inaugurato da Hugo Chávez nel 1998.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Il gas africano: luci e ombre

Medio Oriente: i nuovi mediatori vengono da est

Nuove turbolenze sull’Himalaya

L’Europa diversa: politica e sport

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo