spot_img

Usa e Cina si contendono anche il primato marittimo


La marina cinese è la più grande al mondo per numero di imbarcazioni, ma l'ammiraglio Mike Gilday invita la politica e l’opinione pubblica americana a utilizzare altri metri di giudizio: non conta la quantità, ma la qualità

Marco Dell'Aguzzo Marco Dell'Aguzzo
Giornalista, scrive per eastwest, Il Sole 24 Ore, il manifesto, Vanity Fair, Aspenia e Start Magazine. Si occupa di energia e di affari nordamericani.

La marina cinese è la più grande al mondo per numero di imbarcazioni, ma l’ammiraglio Mike Gilday invita la politica e l’opinione pubblica americana a utilizzare altri metri di giudizio: non conta la quantità, ma la qualità

L’ammiraglio Michael Gilday, capo delle operazioni navali della U.S. Navy, pensa che la marina militare americana non debba concentrarsi solamente sulle dimensioni della flotta altrimenti rischia di fare la fine della Russia, che sta avendo difficoltà in Ucraina. Quella russa, dice Gilday, è una forza armata “che nessuno di noi vorrebbe”: numerosa sì, ma composta da soldati poco preparati e inefficiente dal punto di vista logistico.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img