spot_img

Stati Uniti: la riforma della polizia


Usa: sono molte le città che, dopo Minneapolis, pensano di riformare la polizia. Secondo un sondaggio, 9 americani su 10 sarebbero a favore, ma il Senato (repubblicano) è contrario

Usa: sono molte le città che, dopo Minneapolis, pensano di riformare la polizia. Secondo un sondaggio, 9 americani su 10 sarebbero a favore, ma il Senato (repubblicano) è contrario

Una protesta contro il Dipartimento di Polizia di New York a sostegno del movimento “Black Lives Matter” a Lower Manhattan, New York City, Usa, 1° luglio 2020. REUTERS/Andrew Kelly

George Floyd è stato ucciso a Minneapolis il 25 maggio. Soffocato dal ginocchio del poliziotto Derek Chauvin che lo aveva fermato all’uscita da una drogheria. Dopo la segnalazione del negoziante che aveva chiesto l’intervento degli agenti per una banconota falsa da 20 dollari. Quegli interminabili 8 minuti e 46 secondi del ginocchio del poliziotto sul collo dell’uomo disarmato ripresi dal telefonino di un passante, e il rantolo “I can’t breathe”, non riesco a respirare, sono diventati un simbolo, lo slogan delle rivendicazioni del movimento Black Lives Matter e di quello direttamente collegato Defund The Police.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Fake news sull’Unione europea

Una mappatura dell’ascesa cinese nei Balcani occidentali