EN

eastwest challenge banner leaderboard

LA NOTIZIA DEL GIORNO

Venezuela, arrestati due americani per tentato golpe

Indietro

In Venezuela due cittadini statunitensi sono stati arrestati perché accusati di essere coinvolti in un tentativo di golpe contro Maduro. Coinvolto anche Guaidó?

Venezuela, arrestati due americani per tentato golpe. Il Presidente del Venezuela Nicolás Maduro partecipa a un incontro con le forze armate bolivariane al Palazzo Miraflores a Caracas, Venezuela, 4 maggio 2020. Palazzo Miraflores/Handout via REUTERS

Il Presidente del Venezuela Nicolás Maduro partecipa a un incontro con le forze armate bolivariane al Palazzo Miraflores a Caracas, Venezuela, 4 maggio 2020. Palazzo Miraflores/Handout via REUTERS

Sembra un ritorno al turbolento passato sudamericano quello avvenuto nelle scorse ore in Venezuela. Eppure, tra conferme e qualche smentita, la cronaca racconta di un gruppo armato paramilitare, composto da 15 persone, che ha cercato di arrivare sulle coste del Paese per rapire alti esponenti del Governo venezuelano, tra i quali il Presidente Nicolás Maduro. Tra i protagonisti dell’incursione, due cittadini degli Stati Uniti, ora in stato di fermo: sono Luke Denman, di 34 anni e Airan Benny, di 31.

Maduro ha mostrato i loro passaporti durante una conferenza stampa trasmessa in diretta tv, dichiarando che il tentato golpe è stato organizzato da Jordan Goudreau, un ex militare delle forze speciali Usa, chiamate comunemente Green Berets. Goudreau ha confermato che è lui l’organizzatore del piano per la rimozione del Presidente venezuelano, e affermato che i due uomini arrestati dalle autorità del Paese sudamericano sono suoi collaboratori nella società Silvercorp Usa, agenzia privata con sede in Florida che si occupa di rapimenti, gestione delle estorsioni, procedure per l’evacuazione di personale da aree instabili. “Lavorano con me. Quelli sono i miei ragazzi”, ha dichiarato l’ex Berretto Verde.

Un tentativo — fermato sul nascere — che avrebbe voluto la deposizione del Presidente Nicolás Maduro; è stato quindi favorito dall’opposizione guidata da Juan Guaidó? L’altro Presidente, autoproclamatosi lo scorso anno, nega di avere un ruolo nell’operazione. Fonti governative negli Stati Uniti smentiscono un coinvolgimento di Washington, mentre il Dipartimento di Stato non ha ancora rilasciato dichiarazioni sui fatti. Ciononostante, Goudreau afferma di aver raggiunto un accordo con Guaidó, non rispettato dal leader dell’opposizione in termini economici di spesa per Operation Gedeon.

Tra gli arrestati, Antonio Sequea, Capitano della Guardia Nazionale che si è opposto a Maduro. Goudreau sostiene che Sequea ha lavorato con l’agenzia Silvercorp Usa nel corso delle ultime operazioni su territorio venezuelano. Ma non è tutto: in Venezuela sarebbero stati dispiegati almeno 52 combattenti, in quella che sarebbe la prima fase di una missione che ha come obiettivo il reclutamento di membri delle forze di sicurezza locali e la costruzione di una milizia per la cacciata del Governo in carica.

@melonimatteo

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA