spot_img

Verso il 4 giugno, 25 anni da Tiananmen 1989


Quest’anno si celebrano i venticinque anni dal 4 giugno 1989, un momento di svolta nella recente storia cinese, ancora al centro di riflessioni e analisi. In Cina se ne parla poco, ma se ne parla, specie negli ambienti accademici e all’interno del Partito. Si cerca di comprendere cosa realmente accadde e come evitare, da parte del Pcc, che possa accadere di nuovo. Nel frattempo chiunque provi pubblicamente a parlarne, in incontri o sui giornali, viene arrestato.

Quest’anno si celebrano i venticinque anni dal 4 giugno 1989, un momento di svolta nella recente storia cinese, ancora al centro di riflessioni e analisi. In Cina se ne parla poco, ma se ne parla, specie negli ambienti accademici e all’interno del Partito. Si cerca di comprendere cosa realmente accadde e come evitare, da parte del Pcc, che possa accadere di nuovo. Nel frattempo chiunque provi pubblicamente a parlarne, in incontri o sui giornali, viene arrestato.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Un futuro (in)sostenibile per la Germania

La Nato senza ragione