spot_img

Viaggio a Berdyciv, capitale dell’ebraismo


Lasciato il monastero carmelitano, fermo un tassista e mi faccio accompagnare al cimitero ebraico che sorge nell’immediata periferia della città, sulla strada per Zytomyr. . Le tombe più antiche giacciono abbandonate come rovine di una civiltà perduta. L’atmosfera è decisamente spettrale. Il camposanto è immerso in una folta vegetazione che ricopre gran parte delle lapidi su cui volano sinistri corvi neri.

Lasciato il monastero carmelitano, fermo un tassista e mi faccio accompagnare al cimitero ebraico che sorge nell’immediata periferia della città, sulla strada per Zytomyr. . Le tombe più antiche giacciono abbandonate come rovine di una civiltà perduta. L’atmosfera è decisamente spettrale. Il camposanto è immerso in una folta vegetazione che ricopre gran parte delle lapidi su cui volano sinistri corvi neri.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Nato senza ragione

Gli Stati Uniti tornano a parlare di UFO

L’Europa federale