Vietato macellare le mucche (ma non il resto)


Recentemente il governo del Maharashtra, dove la spinta politica a difesa dlle tradizioni hindu è piuttosto vigorosa, ha ricevuto il via libera dal presidente della Repubblica Pranab Mukherjee per far passare una legge "draconiana": chi sarà trovato in possesso di carne di mucca, comprata o macellata, rischierà diecimila rupie di multa e una pena detentiva fino a 5 anni.

Recentemente il governo del Maharashtra, dove la spinta politica a difesa dlle tradizioni hindu è piuttosto vigorosa, ha ricevuto il via libera dal presidente della Repubblica Pranab Mukherjee per far passare una legge “draconiana”: chi sarà trovato in possesso di carne di mucca, comprata o macellata, rischierà diecimila rupie di multa e una pena detentiva fino a 5 anni.

 

 

La proposta di legge Maharashtra Animal Preservation Bill era già passata nel parlamento locale del Maharashtra nel 1995, formulata dalla coalizione tra Bharatiya Janata Party (Bjp) e Shiv Sena, formazione politica di estrema destra hindu. Con l’emendamento accettato dalla presidenza della Repubblica, 19 anni dopo,  il divieto di macellazione ora comprende non solo le mucche (animali sacri secondo la tradizione hindu) ma anche  i tori, animali dai quali proveniva la stragrande maggioranza del manzo destinato alla vendita sia di ristoranti “di lusso” che per i privati, specie musulmani (che con le mucche non hanno nessun problema di fede).

 

L’unico bovino che continuerà a poter essere macellato sarà il “water buffalo” (wordreference lo traduce con “bufalo indiano”), mentre per tutti gli altri elencati si entra nell’ambito dell’illegalità rischiando pene detentive fino a 10 anni.

Il passaggio della legge è stato esaltato dagli ambienti politici maharathi, che intorno alla difesa della mucca hanno costruito una battaglia identitaria inevitabilmente di stampo comunitario: gran parte degli impiegati nella macellazione di bovini è di fede musulmana e la difesa delle mucche era stata parte integrante del manifesto politico del Bjp alle scorse elezioni locali. Come ha dichiarato il chief minister del Maharashtra Fadnavis, il Bjp ha dimostrato di saper mantenere le promesse.

 

Il risvolto più assurdo della legge, come notato da Scroll.in, risiede nel fatto che la nuova norma punisce duramente la macellazione ma, inevitabilmente, non l’uccisione di bovini, che per forza di cose alimenta l’industria del pellame locale e – ad esempio – la produzione delle palle da cricket, in India Lo Sport per eccellenza.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia