spot_img

Voci da dentro. I capelli lunghi del Piccolo Zhi


Una fabbrica nella Cina dei primi anni Ottanta, dove la vita degli operai si esaurisce nei confini dello stabilimento, scandita da lavoro e indottrinamento anticapitalista. L'ostinazione di un ragazzo che non vuole tagliarsi i capelli può essere scambiata per l'intollerabile atto di ribellione di un controrivoluzionario.

Una fabbrica nella Cina dei primi anni Ottanta, dove la vita degli operai si esaurisce nei confini dello stabilimento, scandita da lavoro e indottrinamento anticapitalista. L’ostinazione di un ragazzo che non vuole tagliarsi i capelli può essere scambiata per l’intollerabile atto di ribellione di un controrivoluzionario.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Nato guarda a est ma abbandona il Mediterraneo

Prove di disgelo tra Corea del Sud e Giappone

I media e la loro influenza sulla nostra percezione del mondo