Voci da dentro. Una giornata a Teheran


Mohsen Firuzi è lo pseudonimo di un giovane di 26 anni. Un ragazzo come tanti, figlio della borghesia colta di Teheran, che non può firmare con il suo vero nome. Mohsen usa internet, studia e sogna un futuro felice con la sua ragazza che vorrebbe poter tenere per mano: un rivoluzionario in Iran.

Mohsen Firuzi è lo pseudonimo di un giovane di 26 anni. Un ragazzo come tanti, figlio della borghesia colta di Teheran, che non può firmare con il suo vero nome. Mohsen usa internet, studia e sogna un futuro felice con la sua ragazza che vorrebbe poter tenere per mano: un rivoluzionario in Iran.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Pop Art e la critica del sistema

Prezzi dell’energia: una politica per soluzioni durature

Usa, il Pentagono indaga sugli UFO

Autodistruzione imperiale

Trattato del Quirinale: Macron punta sull’Italia