spot_img

Vox, l’Europa dei patrioti riparte dalla Spagna?


Il profilo del votante di Vox si basa su tre elementi: altezza del reddito, presenza di immigrazione e tradizione conservatrice, ma nelle ultime politiche si è esteso anche a municipi con redditi medio-bassi

Elena Marisol Brandolini Elena Marisol Brandolini
[BARCELLONA] è giornalista. Scrive su Il Messaggero, Affari Internazionali e Rassegna Sindacale. Ha collaborato con l’Unità e Il Fatto Quotidiano.

Il profilo del votante di Vox si basa su tre elementi: altezza del reddito, presenza di immigrazione e tradizione conservatrice, ma nelle ultime politiche si è esteso anche a municipi con redditi medio-bassi

All’indomani dell’attacco squadrista alla sede nazionale della Cgil e a una settimana dal ballottaggio per il sindaco di Roma, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, si recò a Madrid per incontrare Santiago Abascal e partecipare alla convenzione del suo partito, Vox, la formazione politica che in Spagna incarna il neofranchismo. Meloni aveva incontrato Abascal in occasioni precedenti, confermando il suo impegno a un lavoro comune per costruire “l’Europa dei patrioti, un’Europa alternativa di Stati liberi e sovrani”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img