spot_img

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico


Il viaggio di Wang Yi nelle nazioni insulari dell'Oceano Pacifico è chiaramente una risposta al primo tour di Joe Biden in Asia, tutto rivolto al contenimento della Cina

Marco Dell'Aguzzo Marco Dell'Aguzzo
Giornalista, scrive per eastwest, Il Sole 24 Ore, il manifesto, Vanity Fair, Aspenia e Start Magazine. Si occupa di energia e di affari nordamericani.

Il viaggio di Wang Yi nelle nazioni insulari dell’Oceano Pacifico è chiaramente una risposta al primo tour di Joe Biden in Asia, tutto rivolto al contenimento della Cina

Ieri il Ministro degli Esteri cinese Wang Yi è arrivato nelle Isole Salomone, un arcipelago nell’Oceano Pacifico che ha recentemente firmato un patto sulla sicurezza con Pechino accolto con allarme dagli Stati Uniti e dai loro alleati asiatici-oceanici. Wang non si fermerà a Honiara, però: il suo è un viaggio regionale più ampio, che durerà fino al 4 giugno e che lo porterà in altre sette nazioni insulari del Pacifico (Kiribati, Samoa, Figi, Tonga, Vanuatu, Papua Nuova Guinea e Timor-Est).

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

La Nato guarda a est ma abbandona il Mediterraneo

Prove di disgelo tra Corea del Sud e Giappone

I media e la loro influenza sulla nostra percezione del mondo