spot_img

Xinjiang


La scorsa settimana un nuovo scontro tra uighuri, la minoranza musulmana dello Xinjiang e polizia cinese. Secondo l'emittente Radio Free Asia, i morti negli scontri, vicino a Turpan, sarebbero 46. I media cinesi continuano a riportare invece la cifra di 35 morti, ma la Xinhua, l'agenzia ufficiale in Cina, è l'unico media a controllare la notizia, dato che la zona è completamente chiusa a comunicazioni sia via telefono sia via internet verso l'esterno.

La scorsa settimana un nuovo scontro tra uighuri, la minoranza musulmana dello Xinjiang e polizia cinese. Secondo l’emittente Radio Free Asia, i morti negli scontri, vicino a Turpan, sarebbero 46. I media cinesi continuano a riportare invece la cifra di 35 morti, ma la Xinhua, l’agenzia ufficiale in Cina, è l’unico media a controllare la notizia, dato che la zona è completamente chiusa a comunicazioni sia via telefono sia via internet verso l’esterno.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Fake news sull’Unione europea

Una mappatura dell’ascesa cinese nei Balcani occidentali