EN

eastwest challenge banner leaderboard

LA NOTIZIA DEL GIORNO

Coronavirus: Mario Draghi interviene al Financial Times

Indietro    Avanti

Coronavirus: Mario Draghi interviene al Financial Times invitando i Governi europei ad aumentare il debito pubblico per sostenere l’economia. Negli Stati Uniti richieste record di sussidi di disoccupazione

Coronavirus: Mario Draghi interviene al Financial Times

L’ex Presidente della Banca centrale europea Mario Draghi a Francoforte, Germania, 25 luglio 2019. REUTERS/Ralph Orlowski

In un commento pubblicato ieri sul Financial Times, l’ex-presidente della Banca centrale europea (Bce) Mario Draghi ha chiesto all’Europa e ai governi “un cambio di mentalità”. Per fronteggiare il costo economico della pandemia di Covid-19 ed evitare che la recessione “si trasformi in una prolungata depressione” – ha scritto l’economista – è necessario “un aumento significativo del debito pubblico”.

Le perdite del settore privato, sostiene Draghi, dovranno essere assorbite, del tutto o in parte, dal bilancio dei Governi. “Livelli molto più alti di debito pubblico diventeranno una caratteristica permanente delle nostre economie e saranno accompagnati dalla cancellazione del debito privato”. È un’affermazione molto forte, anche perché i trattati europei fissano dei limiti precisi e piuttosto ristretti alla spesa. Specialmente per un Paese come l’Italia, il cui debito pubblico rapportato al Pil è uno dei più alti al mondo.

Riassumendo, per Draghi dovrà essere lo Stato a proteggere le imprese e i posti di lavoro attraverso misure di sostegno alla liquidità. Non farlo significherebbe uscire dalla crisi con livelli di occupazione e di capacità produttiva “permanentemente più bassi”.

La buona notizia, scrive Draghi, è che l’Europa è ben attrezzata per reagire allo shock, grazie a una struttura finanziaria “granulare” in grado di convogliare fondi dove è necessario, oltre che a un settore pubblico forte e capace di rispondere con rapidità.

La settimana scorsa la Bce – ora guidata da Christine Lagarde –, nell’annunciare un nuovo programma di acquisto di titoli da 750 miliardi di euro aveva rilasciato alcune dichiarazioni che sembrano essere in linea con il pensiero di Mario Draghi. Si è ad esempio detta pronta a superare i propri limiti pur di proteggere l’economia dell’Europa, che sta attraversando una fase di crollo sia dell’offerta che della domanda.

Sempre ieri, anche il Presidente della Federal Reserve (la banca centrale americana) ha detto di essere pronto a concedere prestiti sostanzialmente illimitati per sostenere l’economia degli Stati Uniti, che – ha aggiunto – potrebbe essere in recessione. La capacità di intervento della Federal Reserve è però limitata dal capitale fornito dal dipartimento del Tesoro.

Nell’ultima settimana negli Stati Uniti ci sono state 3,3 milioni di richieste per un sussidio di disoccupazione. È un numero circa quattro volte più alto del massimo storico registrato nel 1982.

Ascolta il commento del Direttore Giuseppe Scognamiglio che spiega nel dettaglio il contenuto dell’articolo di Mario Draghi.

@marcodellaguzzo

Continua a leggere questo articolo e tutti gli altri contenuti di eastwest e eastwest.eu.

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica a € 45.
Se desideri solo l’accesso al sito e l’abbonamento alla rivista digitale, il costo per un anno è € 20

Abbonati



La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA