spot_img

Silvio Berlusconi: l’eredità politica del Cavaliere


L'eredità politica di Silvio Berlusconi è l'ultima sfida del Cavaliere. Chi potrà surclassare il suo vigore dentro la sua creatura Forza Italia?

L’eredità politica di Silvio Berlusconi è l’ultima sfida del Cavaliere. Chi potrà surclassare il suo vigore dentro la sua creatura Forza Italia?

Nel luglio del 1995, durante un’intervista, chiesi a bruciapelo a Vittorio Cecchi Gori cosa pensasse di Silvio Berlusconi. Al tempo il produttore cinematografico era in grande spolvero: aveva appena comperato Radio Montecarlo, la futura La7, una delle poche Tv strappate al controllo del Cavaliere, con l’intenzione di farne un network, un atto di vera e propria hybris nei confronti di Sua Emittenza. Nella sua villa con piscina ricca di stucchi e marmi pompeiani, in cima a Monte Mario, ci pensò su e poi rispose altrettanto all’improvviso: “Non ho mai visto nessuno nella mia vita, nemmeno mio padre, prendere colpi che avrebbero tramortito un cavallo e rialzarsi a combattere dopo cinque secondi come se non fosse successo niente”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cina: l’anno del Drago si presenta turbolento

Germania: la debacle dei partiti al governo

Colombia: la rottura di Petro con Israele

Il confine tra le due Coree torna caldissimo

Argentina: Javier Milei e la sua shock-therapy

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo