spot_img

Povera Italia, cinque milioni di indigenti da Nord a Sud


I dati Istat sono iperconcentrati sui disoccupati. Servirebbe dunque più lavoro: accelerare i cantieri, agire sugli investimenti pubblici, alleggerire le tasse in busta paga. Coi soli sussidi non andremo molto lontano

Un bambino italiano compone la parola "Futuro". REUTERS/Stefano Rellandini

I dati Istat sono iperconcentrati sui disoccupati. Servirebbe dunque più lavoro: accelerare i cantieri, agire sugli investimenti pubblici, alleggerire le tasse in busta paga. Coi soli sussidi non andremo molto lontano

La povertà in Italia non è stata abolita ma si è fermata. Il che non è una grande consolazione. Sono più di 1,8 milioni le famiglie italiane in condizioni di indigenza assoluta, per un numero complessivo di 5 milioni di individui (8,4% del totale).

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cina: l’anno del Drago si presenta turbolento

Germania: la debacle dei partiti al governo

Colombia: la rottura di Petro con Israele

Il confine tra le due Coree torna caldissimo

Argentina: Javier Milei e la sua shock-therapy

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo