Editoriale


Gli europei e gli americani provano piacere e soddisfazione quando gli eventi del “terzo mondo” sembrano confermare la loro superiorità politica e morale. Non appena i giovani sono scesi nelle piazze dell’Africa del Nord, dello Yemen e del Bahrein per protestare contro i loro governi, l’Occidente ha salutato l’avvento nel mondo arabo della “sua” democrazia.

Gli europei e gli americani provano piacere e soddisfazione quando gli eventi del “terzo mondo” sembrano confermare la loro superiorità politica e morale. Non appena i giovani sono scesi nelle piazze dell’Africa del Nord, dello Yemen e del Bahrein per protestare contro i loro governi, l’Occidente ha salutato l’avvento nel mondo arabo della “sua” democrazia.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img