spot_img

La Catalogna: dalla politica ai tribunali


La maggioranza dei catalani vorrebbe un referendum che possa mettere un punto fermo sul futuro del Paese. Intervista a Marcel Mauri, il portavoce dell'associazione indipendentista Òmnium Cultural

Marcel Mauri (Badalona, 1977) è vicepresidente e portavoce di Òmnium Cultural, una delle principali associazioni di stampo indipendentista della Catalogna, nata nel 1961 per difendere la cultura e la lingua catalana dalla censura imposta dal regime franchista. Giornalista e professore di Storia del giornalismo ed etica giornalistica presso l’Università Pompeu Fabra di Barcellona, rappresenta una delle principali voci dell’associazione da quando Jordi Cuixart, Presidente di Òmnium Cultural, è stato condannato al carcere, inizialmente sotto forma di misura preventiva, nell’ambito del processo istituito dopo la celebrazione del referendum indipendentista del 1° ottobre 2017 in Catalogna.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Al via la campagna elettorale in Messico

Cambogia: democrazia ma senza opposizione

COP 28: Green New Deal for Future

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo