EN

eastwest challenge banner leaderboard

Montagne Russe

“Io sto con Putin”, in Italia tutti pazzi per lo Zar

Indietro

Dal cantante Al Bano al filosofo Diego Fusaro, passando per l’ex dissidente Nicolai Lilin, sono sempre più i personaggi pubblici italiani colpiti del fascino di Vldadimir Vladimirovic Putin. Ma tra voglia di tirare l’acqua al proprio mulino ideologico e bisogno di visibilità, le ragioni sono spesso pretestuose. Ecco perché.

 

“Putin non è Lenin (purtroppo!), ma svolge oggi un ruolo di grande importanza sul piano geopolitico: resiste alla special mission americana e al suo imperialismo, garantisce un mondo plurale sottratto al dominio monopolare statunitense”. Lo ha scritto Diego Fusaro sulla sua pagina Facebook, autocitandosi dal suo ultimo libro, “Il futuro è nostro”. Il giovane filosofo marxiano e marxista è in buona compagnia. Da Al Bano a Nicolai Lilin, sembra che la lista dei personaggi pubblici colpiti dal fascino di Vldadimir Vladimirovic Putin si allunghi di giorno in giorno. C’è chi approva su tutta la linea la politica estera russa e chi riconosce le ragioni del capo del Cremlino in Ucraina, chi vorrebbe riprendersi l’Istria come Mosca ha fatto con la Crimea e chi vede in Putin l’ultimo baluardo della civiltà occidentale contro la barbarie del relativismo multietnico. Ma nonostante i toni perentori, le ragioni degli intellettuali di casa nostra sembrano talvolta dettate da pregiudizio ideologico e non convincono fino in fondo.

READ MORE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA