spot_img

Intervista esclusiva a Parag Khanna: la vera patria è il cloud


Il nuovo saggio del consulente di strategia globale sviluppa un'analisi accurata e brillante delle migrazioni di domani, mettendo in luce le tendenze che cambieranno l'economia e la società

Orlando Trinchi Orlando Trinchi
Giornalista e illustratore, collabora per diverse testate nazionali. Fra i suoi libri, i saggi: La Spettralità delle cose (Maremmi Editore 2011) e Giorgio Manganelli e il mondo infero (Edilet 2016).

Il nuovo saggio del consulente di strategia globale sviluppa un’analisi accurata e brillante delle migrazioni di domani, mettendo in luce le tendenze che cambieranno l’economia e la società

“Le civiltà del passato sono scomparse perché non sono riuscite a adattarsi alla complessità da loro stesse creata. Questo ci suggerisce che la grande missione dell’umanità sta nel saper districare la complessità che abbiamo di fronte; sta nel rilocalizzare, e al tempo stesso nel conservare la nostra connettività globale. Un mondo abitato da comunità più compatte, e sempre pronte alla migrazione, comporterebbe rischi inferiori a quelli che minacciano un mondo abitato da grandi masse di popolazione concentrate in megalopoli costiere, vulnerabili all’innalzamento del livello degli oceani e al diffondersi delle malattie”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Rischi e sfide del Green Deal europeo

Corea del Sud, Cina e Giappone: miti e leggende