spot_img

Bielorussia: firmato l’accordo con la Russia per il posizionamento di armi tattiche nucleari


L’annuncio ufficiale arriva in seguito all’incontro tra i Ministri della Difesa Shoigu e Khrenin. Lukashenko incontra Putin all’Eurasian Economic Forum: interviene in video anche il Presidente cinese Xi

Arriva l’ufficialità sul dispiegamento delle armi tattiche nucleari della Russia in Bielorussia. Con la firma dell’intesa tra i Ministri della Difesa Sergei Shoigu e Victor Khrenin si concretizza quanto annunciato a febbraio dal Presidente Vladimir Putin, con il dislocamento di questa specifica tipologia di armi che avviene per la prima volta al di fuori della Federazione dalla fine dell’Unione Sovietica, nel 1991. “Nel corso dell’incontro, sono stati firmati documenti che determinano la procedura per il mantenimento delle armi nucleari non-strategiche della Russia sul territorio della Repubblica di Bielorussia”, spiega un nota del Governo di Mosca. Misure che, secondo il Ministro della Difesa russo, “rispetteranno tutti gli obblighi legali internazionali esistenti”.

Armi nucleari dal segnale politico

Le armi tattiche nucleari hanno lo scopo di colpire obiettivi sul campo di battaglia, un uso dunque limitato per ridurre la capacità aggressiva degli eserciti e fermarne l’avanzata. Ciò che preoccupa è un loro eventuale uso nell’Ucraina occidentale, con la controffensiva dell’esercito di Kiev pronta ad avanzare per riconquistare il territorio ora controllato dalla Russia. Ciononostante, l’analista Richard Weitz, Ospitato da Al Jazeera, ritiene che “difficilmente Mosca beneficerà di tale dispiegamento. Mosca ha già migliaia di armi nucleari, alcune delle quali pronte ad essere dispiegate sul terreno o su mezzi aerei proprio vicino a dove le nuove strutture in Bielorussia saranno costruite”. Sembrerebbe più un segnale politico in seguito agli annunci sull’addestramento dei piloti dell’aeronautica ucraina per l’uso degli F-16.

Cosa aveva detto Putin, cosa pensa Lukashenko

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

COP 28: Green New Deal for Future

Grecia: i diritti civili vincono contro la scomunica

Israele/Palestina: la guerra del gas

Mezzo mondo va al voto nel 2024: ma come e per fare cosa?

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo