spot_img

Kishida nel Sud-est asiatico: Giappone e Vietnam rafforzano i legami economici


La visita del Primo Ministro giapponese ad Hanoi ha chiaramente un intento anticinese. I due Paesi si impegneranno a rafforzare le catene di approvvigionamento e a favorire la transizione energetica

Domenica scorsa il Giappone e il Vietnam hanno deciso di rafforzare i legami economici e sulla sicurezza. L’accordo è arrivato con la visita nel Paese del Primo Ministro giapponese Fumio Kishida – tappa di un viaggio più ampio nel Sud-est asiatico –, che si è riunito con il suo omologo Pham Minh Chinh.

Più nello specifico, Tokyo e Hanoi hanno detto di volersi impegnare per l’irrobustimento delle catene di approvvigionamento e per la transizione energetica, attraverso lo sviluppo di iniziative sull’idrogeno e l’ammoniaca: sono due combustibili su cui il Giappone sta puntando molto per sostituire la capacità a carbone nell’ottica di un azzeramento netto delle emissioni di gas serra.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo