spot_img

L’Egitto, il terrorismo e il generale senza rivali


“E’ una guerra”, ripeteva mentre eravamo seduti in terrazza fumando una sigaretta dietro l’altra. “E’ una guerra e combatteremo per vincerla. Non importa quante persone moriranno”.

“E’ una guerra”, ripeteva mentre eravamo seduti in terrazza fumando una sigaretta dietro l’altra. “E’ una guerra e combatteremo per vincerla. Non importa quante persone moriranno”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Fake news sull’Unione europea

Una mappatura dell’ascesa cinese nei Balcani occidentali