spot_img

L’India più vicina all’Afghanistan per contrastare le strategie di Cina e Pakistan


Nuova Delhi si propone a Kabul con aiuti e assistenza umanitaria ma dietro la mossa si potrebbe celare un’attenzione particolare per le mosse di Pechino e Islamabad nel Paese

Nuova Delhi si propone a Kabul con aiuti e assistenza umanitaria ma dietro la mossa si potrebbe celare un’attenzione particolare per le mosse di Pechino e Islamabad nel Paese

L’Emirato Islamico dell’Afghanistan non ha ancora ricevuto ufficialmente il riconoscimento da parte delle principali potenze internazionali. Tuttavia, i movimenti nel Paese e la presenza di numerosi esponenti politici di spicco fanno presagire, se non un formale ingresso nella comunità internazionale, un avvicinamento tattico utile ai vari attori in gioco nel riposizionarsi in quell’area di mondo abbandonata — letteralmente — nottetempo dagli Stati Uniti.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

La guerra tra Israele e Iran

In Sudan si combatte da un anno esatto

Spagna: i golden visa e la crisi abitativa

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo