spot_img

Russia, addio alla Stazione Spaziale Internazionale


L’annuncio è stato dato dal vice premier Yuri Borisov e lancia un chiaro segnale di disimpegno agli Stati Uniti e agli altri Paesi occidentali

L’annuncio è stato dato dal vice premier Yuri Borisov e lancia un chiaro segnale di disimpegno agli Stati Uniti e agli altri Paesi occidentali

La fine dell’esperienza collaborativa tra la Russia e le altre nazioni che gestiscono la Stazione Spaziale Internazionale potrebbe arrivare nel 2025, con Mosca intenzionata ad abbandonare il progetto a causa dell’obsolescenza dei moduli in orbita e la volontà di autonomia per le esplorazioni future. L’annuncio dato dal vice Primo Ministro Yuri Borisov detta i tempi dell’agenda moscovita per lo spazio e lancia un chiaro segnale di disimpegno a Stati Uniti e altri Paesi occidentali, con i quali i rapporti sono ormai logori, tra sanzioni e accuse reciproche.

Il perché dell’abbandono

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Al via la campagna elettorale in Messico

Cambogia: democrazia ma senza opposizione

COP 28: Green New Deal for Future

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo