spot_img

Ucraina, scuotono le parole dell’Ambasciatore di Kiev a Londra


Interpellato dalla BBC, Vadym Prystaiko ha parlato di flessibilità sulla volontà del suo Paese a unirsi alla Nato se questo bloccasse una guerra. Ma in un’intervista successiva ritorna sui suoi passi...

Interpellato dalla BBC, Vadym Prystaiko ha parlato di flessibilità sulla volontà del suo Paese a unirsi alla Nato se questo bloccasse una guerra. Ma in un’intervista successiva ritorna sui suoi passi…

Siamo flessibili rispetto al nostro ingresso nella Nato. No, è un impegno costituzionale partecipare al Patto atlantico. Nel giro di poche ore si è scatenata l’attenzione degli addetti ai lavori sulle parole dell’Ambasciatore a Londra dell’Ucraina Vadym Prystaiko, che in un’intervista rilasciata a BBC Radio 5 ha, in un primo momento, fatto intendere che il suo Paese sarebbe disposto a interrompere il processo di membership se questo fermasse la guerra.

Lo scontro tra Russia, Nato e Stati Uniti

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cina: l’anno del Drago si presenta turbolento

Germania: la debacle dei partiti al governo

Colombia: la rottura di Petro con Israele

Il confine tra le due Coree torna caldissimo

Argentina: Javier Milei e la sua shock-therapy

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo