spot_img

Ue, Ursula von der Leyen: la leadership di Lady Europa


Le sfide di Ursula von der Leyen sono e saranno molto complesse. Ma Lady Europa ha il giusto coraggio e l’intuizione per un’azione storica

Le sfide di Ursula von der Leyen sono e saranno molto complesse. Ma Lady Europa ha il giusto coraggio e l’intuizione per un’azione storica

La Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen al vertice Ue a Bruxelles, Belgio, 15 ottobre 2020. REUTERS/Yves Herman

Il discorso sullo Stato dell’Unione di Ursula von der Leyen dello scorso 16 settembre è stato uno dei più attesi di sempre. La Presidente della Commissione europea ha parlato in un momento cruciale: ancora sull’onda dell’entusiasmo per il raggiungimento del Recovery FundNext Generation EU ma già di fronte alle avvisaglie di una seconda drammatica ondata di Covid-19. Nel suo discorso von der Leyen ha ovviamente parlato della pandemia, ma si è anche concentrata sul ruolo primario del nuovo Green Deal, oltre ad aver affrontato la questione della sovranità digitale europea e il sempre spinoso tema dell’immigrazione. Sono stati questa volta meno diretti, invece, i riferimenti di von der Leyen a quell’Unione geopolitica che lei stessa aveva annunciato nel 2019, subito dopo la nomina a Presidente. Tuttavia, a ben guardare, non c’è ormai più niente di quello che la Presidente della Commissione dica che non rimandi alla questione centrale di un’Unione che sappia agire geopoliticamente. Intanto, se non è ancora scontato che l’avvio del Next Generation EU verrà ricordato come momento “hamiltoniano”, è almeno chiaro che Ursula von der Leyen abbia oggi l’occasione di sviluppare una Presidenza storica e di svolta (à la Jacques Delors?). Dove le opportunità sono molte, tuttavia, è anche più grande il rischio di fallire.

La leadership di Ursula von der Leyen

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Tunisia, il Presidente vuole cambiare la Costituzione

La Nato guarda a est ma abbandona il Mediterraneo

Prove di disgelo tra Corea del Sud e Giappone

I media e la loro influenza sulla nostra percezione del mondo