spot_img

Per la Cina, Taiwan non è l’Ucraina: “Taipei da sempre parte inalienabile del nostro territorio”


Il Ministero degli Esteri di Pechino interviene in seguito alle parole della Presidente di Taiwan Tsai Ing-wen, che dice: “Saremo pronti militarmente per la sicurezza dello Stretto”

Il Ministero degli Esteri di Pechino interviene in seguito alle parole della Presidente di Taiwan Tsai Ing-wen, che dice: “Saremo pronti militarmente per la sicurezza dello Stretto”

La questione Ucraina diventa tema sensibile a tutte le latitudini, ma le reazioni giunte da Cina e Taiwan scaldano ulteriormente il clima diplomatico, rinfocolando la tensione tra i due attori asiatici. In un quadro geopolitico di complessità crescente, come segnalato nei giorni scorsi, Pechino reagisce con cautela al riconoscimento della Russia delle due autoproclamate repubbliche del Donbass mentre Taipei, conscia che la sua sopravvivenza passa dalla vicinanza agli Stati Uniti, condanna il mancato rispetto russo della sovranità ucraina, incoraggiando le parti a risolvere la disputa pacificamente e con razionalità.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo