La politica americana in Medio Oriente è caratterizzata ormai da anni da un lento e progressivo disimpegno, portato avanti dall'amministrazione Trump, in linea con quanto anticipato già da Obama. A gennaio di quest’anno, John Bolton, ex consigliere per la sicurezza nazionale, aveva confermato che le truppe americane si sarebbero ritirate prestissimo, ma non prima di essersi assicurati della sconfitta definitiva dello Stato Islamico, da un lato; e non prima che i curdi, alleati degli Stati Uniti nella guerra all’Isis, non avessero ricevuto sufficienti garanzie di protezione, dall'altro.

Ad agosto, Americani e Turchi si accordano per favorire pacificamente e con il consenso dei curdi la creazione di una zona cuscinetto al confine, dove far lentamente confluire i profughi siriani dai campi profughi turchi. Improvvisamente, Donald Trump twitta nel senso di un’accelerazione del ritiro delle truppe americane dalla Siria, abbandonando il campo proprio nel mezzo di questo processo delicatissimo. Le conseguenze sono drammatiche...

Il link dell'intervista su Rai Radio 1.

Il file audio è molto lungo. Tra i vari ospiti, il direttore di eastwest Giuseppe Scognamiglio interviene al minuto 52. Si consiglia di aprire il file da pc.