spot_img

Le elezioni in Groenlandia ruotano attorno alle terre rare


Stavolta il voto in Groenlandia sarà monitorato da Ue, Usa e Cina, oltre che dall’industria mineraria. In vantaggio la sinistra, che si oppone al progetto per l’estrazione di terre rare

Stavolta il voto in Groenlandia sarà monitorato da Ue, Usa e Cina, oltre che dall’industria mineraria. In vantaggio la sinistra, che si oppone al progetto per l’estrazione di terre rare

Oggi in Groenlandia si terranno le elezioni generali per il rinnovo del Parlamento e dei consigli municipali. Le vicende politiche dell’isola non vengono generalmente seguite con attenzione dalla stampa internazionale. Stiamo parlando di un territorio geograficamente remoto, poco rilevante dal punto di vista economico e scarsamente popolato: in Groenlandia vivono appena 56mila persone, e il numero degli elettori è ancora più basso (circa 41mila).

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cina: l’anno del Drago si presenta turbolento

Germania: la debacle dei partiti al governo

Colombia: la rottura di Petro con Israele

Il confine tra le due Coree torna caldissimo

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo