spot_img

Germania, al via le trattative per il post Merkel


Le elezioni non consegnano alla nazione un chiaro vincitore. La sconfitta di Cdu/Csu lascia aperti molteplici scenari. Le consultazioni partono col confronto tra Verdi e Liberali

Le elezioni federali in Germania per il rinnovo del Bundestag, che identificherà la figura di Cancelliere, non consegnano alla nazione un chiaro vincitore, ma sicuramente rappresentano una cocente sconfitta per la Cdu/Csu di Armin Laschet. Nonostante un risultato senza grosse aspettative, visti i sondaggi che indicavano il partito in calo rispetto ai colleghi di Große Koalition, i cristiano-democratici cedono il 9% agli avversari, leggendo l’esito delle consultazioni del 2017, fermandosi al 24.1% rispetto all’Spd di Olaf Scholz al 25.7%.

Gli scenari possibili

Forti del primo posto, i socialdemocratici cantano vittoria, sebbene le trattative per la formazione del Governo, specie nei casi come questo, in cui non si verifica una chiara maggioranza, saranno oggetto di dibattito per le prossime settimane, con nuovo Cancelliere atteso — salvo sorprese — non prima di fine anno. Fondamentalmente, gli scenari possibili sono tre: in due casi, l’Spd sarebbe il partito chiave.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

COP 28: Green New Deal for Future

Grecia: i diritti civili vincono contro la scomunica

Israele/Palestina: la guerra del gas

Mezzo mondo va al voto nel 2024: ma come e per fare cosa?

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo