spot_img

Guerra in Europa


Il nuovo Zar non ci sta ad essere spinto sugli Urali. Gli Usa e l’Europa non ne tengono conto. Quale soluzione?

È guerra. Pochi giorni dopo aver riconosciuto le repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, il Presidente della Russia Vladimir Putin ha ordinato l’invasione dell’Ucraina.

Con un attacco cominciato alle 4 del mattino del 24 febbraio scorso, il capo del Cremlino ha trasferito dai palazzi della diplomazia ai campi di battaglia il piano con cui intende ridisegnare l’architettura della sicurezza in Europa.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cina: l’anno del Drago si presenta turbolento

Germania: la debacle dei partiti al governo

Colombia: la rottura di Petro con Israele

Il confine tra le due Coree torna caldissimo

Argentina: Javier Milei e la sua shock-therapy

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo