spot_img

Identità digitale: una silenziosa rivoluzione


La creazione di una cittadinanza virtuale unica Europea apre visioni di una nuova partecipazione democratica in un futuro che si sta già concretizzando

Claudia Delpero Claudia Delpero
[LONDRA] Giornalista che scrive di Europa e affari internazionali. Vive a Londra, ha lavorato a Bruxelles e a Pechino.

La creazione di una cittadinanza virtuale unica Europea apre visioni di una nuova partecipazione democratica in un futuro che si sta già concretizzando

Margrethe Vestager, Commissaria europea per la concorrenza, e Thierry Breton, Commissario europeo per il mercato interno, partecipano a una conferenza stampa sui servizi digitali presso la sede della Commissione europea a Bruxelles, Belgio, 15 dicembre 2020. Olivier Matthys/Pool via REUTERS

Quella che si sta attuando in Europa è una rivoluzione silenziosa e invisibile perché avviene nei dedali del mondo virtuale. Ma avvicinerà come mai prima i cittadini dell’Unione europea alla pubblica amministrazione facilitandone anche l’accesso a servizi privati.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

Fake news sull’Unione europea

Una mappatura dell’ascesa cinese nei Balcani occidentali