spot_img

La Russia annuncia la visita di Xi Jinping, la Cina non smentisce e non conferma


Il Ministero degli Esteri di Mosca parla di evento centrale per l’agenda bilaterale tra i due Paesi, Pechino smorza gli entusiasmi: “Nessuna informazione da fornire al momento”

Mancanza di coordinamento tra le diplomazie di Russia e Cina, passo più lungo della gamba per il Cremlino o semplice tattica in vista del viaggio del Segretario di Stato Usa Antony Blinken a Pechino? Il Ministero degli Esteri di Mosca ieri ha annunciato che il Presidente cinese Xi Jinping visiterà la Federazione nel 2023: un viaggio dall’alto valore aggiunto per la nazione di Vladimir Putin, che ne enfatizza l’importanza spiegando che “sarà l’evento centrale nell’agenda bilaterale” per l’anno appena iniziato.

Ci si immaginerebbe un comunicato di rafforzamento dell’annuncio russo anche da parte cinese, ma così ancora non è stato. Non solo, non si intravede neanche l’ipotesi di conferma del viaggio del Presidente Xi. Interpellata nel corso della quotidiana conferenza stampa, la Portavoce del Ministero degli Esteri Mao Ning ha riferito che, “per quanto riguarda questa visita, non ho nulla da condividere al momento”. Ovvero: nessun sì chiaro, per ora, relativamente all’evento comunicato da Mosca. “Cina e Russia intrattengono strette comunicazioni a diversi livelli con l’obiettivo di rafforzare lo sviluppo delle relazioni bilaterali, contribuendo alla pace e allo sviluppo”, ha chiosato Mao.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

Cambogia: democrazia ma senza opposizione

COP 28: Green New Deal for Future

Grecia: i diritti civili vincono contro la scomunica

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo