spot_img

Tecnologia, gli Usa di Biden non puntano a sganciarsi dalla Cina


Il Centro nazionale di controspionaggio e sicurezza degli Stati Uniti invita le aziende tecnologiche a essere "intelligenti" nei rapporti commerciali, in modo da minimizzare i rischi per la sicurezza nazionale

Il Centro nazionale di controspionaggio e sicurezza degli Stati Uniti invita le aziende tecnologiche a essere “intelligenti” nei rapporti commerciali, in modo da minimizzare i rischi per la sicurezza nazionale

Il Centro nazionale di controspionaggio e sicurezza (NCSC), l’agenzia che si occupa di proteggere i sistemi di intelligence degli Stati Uniti e di compromettere quelli dei Paesi ostili, ha pubblicato un nuovo rapporto sui cinque settori tecnologici in assoluto più strategici per l’economia e la sicurezza: l’intelligenza artificiale, le biotecnologie, i sistemi autonomi, il computing quantistico e i semiconduttori. “Questi settori”, si legge nel documento, “producono tecnologie che potrebbero determinare se l’America resterà la principale superpotenza mondiale o se verrà eclissati dai concorrenti strategici nei prossimi anni”.

Sistemi autonomi e biotecnologie

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img

La guerra tra Israele e Iran

In Sudan si combatte da un anno esatto

Spagna: i golden visa e la crisi abitativa

rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo