spot_img

Vaccino anti Covid: istruzioni per l’uso


Prova vaccino: tutto quello che è necessario sapere per affrontarla, dalla composizione allo scongelamento, dalla somministrazione alla certificazione

Andrea Sermonti Andrea Sermonti
Giornalista medico-scientifico, responsabile di StudioNews, service che fornisce settimanalmente la pagina Salute&Benessere ad alcuni quotidiani italiani a diffusione nazionale.

Prova vaccino: tutto quello che è necessario sapere per affrontarla, dalla composizione allo scongelamento, dalla somministrazione alla certificazione

Jose de Pablo, 96 anni, residente in una casa di cura Amavir, riceve un’iniezione con una dose del vaccino Pfizer-BioNTech a Madrid, Spagna, 30 dicembre 2020. REUTERS/Juan Medina

Il primo passo l’abbiamo fatto, insieme a tutti i Paesi europei, dando inizio ‘ufficialmente’ alle vaccinazioni anti-Covid 19 in occasione del ‘vax-day, il 27 dicembre scorso. Il via libera è stato dato al vaccino di Pfizer/BioNTech in Europa, a quello di AstraZeneca nel Regno Unito e in Argentina e al BBIBP-CorV in Cina. Il 6 gennaio il verdetto positivo dell’Ema sul siero mRNA-1273 di Moderna, già approvato da Fda e Health Canada, mentre c’è attesa in Europa per il farmaco di Oxford. Quello di Moderna è il secondo vaccino che riceve il via libera da parte dell’agenzia. “Il vaccino Moderna è sicuro ed efficace. Come prossimo passo garantiremo l’autorizzazione alla commercializzazione nell’Ue”. Così la Commissione europea dopo il parere positivo dell’EMA al vaccino.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €45

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €20

- Advertisement -spot_img

A cosa si deve il successo ventennale di Orbán?

Il Ministro degli Esteri cinese in tour nel Pacifico

Un futuro (in)sostenibile per la Germania